Newsyblog

Pro e contro del blog come diario personale online

16|set|2016
 
Interessante !
0 ! 0 ?

Quando si decide di aprire un blog possono essere diverse le motivazioni che ci spingono a farlo. Spesso ciò che spinge ad aprire un diario personale online è la voglia di avere uno spazio pubblico nel quale poter scrivere ed esprimere le proprie opinioni liberamente, soprattutto quando ci si approccia per le prime volte al web e al mondo del blogging. Non tutti infatti hanno necessità di avviare blog a supporto di questa o di quella attività commerciale, e tanti altri non hanno una passione specifica - magari perché non l’hanno ancora scoperta - così accesa da spingerli ad aprire un blog tematico su un particolare argomento (che può essere più o meno di nicchia). Così la scelta di gran parte dei neofiti del blogging ricade spesso sul blog personale, beneficiando della totale libertà editoriale e allontanando già in partenza qualsiasi vincolo a ciò che si vuole scrivere. Del resto il blog personale è un po’ come l’evoluzione del caro vecchio diario (ora non più segreto, ma anzi da condividere) di qualche tempo fa.

Con un diario personale online puoi promuovere te stesso?

Assolutamente sì! In ogni caso anche un blog personale dovrebbe essere sviluppato in modo consapevole: tutto è pubblico e dobbiamo essere pronti a prenderci la responsabilità di ciò che scriviamo. Scegliendo di metterci in gioco e di raccontarci agli altri per ciò che siamo, anche un blog personale può servire in un certo senso a promuoverci: promuoveremo i nostri pensieri, la nostra visione delle cose, le nostre esperienze, sogni, ambizioni, paure, ecc.. In un blog personale ci si racconta solitamente per quello che si è, per n. motivi. Vuol dire che stiamo scommettendo sulla nostra capacità di raccontare chi siamo: stiamo promuovendo la nostra persona. Questo può portarci a essere particolarmente utili per chi la pensa come noi, e così non è detto che un blog personale usato con consapevolezza non abbia le potenzialità per trasformarsi in qualcos’altro (in futuro, chissà, forse sì o forse no, ma perché precluderselo?).

Un diario personale online, grande o piccolo che sia, può aiutare sia chi lo scrive che i lettori che lo seguono. Aiutare a fare cosa? A parlare di problemi comuni che si affrontano con difficoltà nella vita reale, o di tematiche complesse che solitamente vengono evitate. Ai lettori spetterà il compito di capire l’autenticità del blog personale che visiteranno. Per farti leggere devi dare al tuo blog un tono di voce unico e originale: il tuo! Per capire meglio cosa intendo leggi questi 4 consigli per scegliere il tone of voice del tuo blog.

I vantaggi di un blog personale

Il passaggio da blog super privato a blog accessibile a tutti in qualsiasi momento è stato piuttosto radicale. Un blog personale online consente al blogger di beneficiare di una serie di vantaggi, a partire dalla possibilità di farsi conoscere e farsi leggere da persone che mai avrebbero avuto modo di farlo su un diario segreto altrui. L’approccio è completamente stravolto riguardo il racconto più intimo e personale delle proprie cose attraverso la Rete. Questo tipo di approccio ci permette di sperimentare anche nuovi terreni in termini di argomenti e tematiche da trattare. Tuttavia, avere un blog personale vuol dire beneficiare della possibilità di scrivere liberamente ciò che si vuole, quindi, un giorno posso raccontare un episodio curioso che mi è successo, il giorno dopo posso esprimere il mio punto di vista su un fatto di attualità che mi ha colpito. In poche parole non ho alcun vincolo che mi vieti di spaziare su qualsiasi cosa.

Gli svantaggi di un blog personale

Se da una parte la possibilità di saltare da un argomento a un altro senza particolare programmazione è un vantaggio per il blogger (che difficilmente così si troverà a corto di argomenti e potrà sempre sfruttare la propria condizione umorale), dall’altra parte è anche vero che in questo modo è più complicato riuscire a conquistare lettori fidelizzati che vogliono seguirci. Una persona arrivata casualmente sul blog per un post divertente che racconta un episodio di vita quotidiana, potrebbe non essere interessata a un secondo post nel quale diciamo la nostra idea sulla situazione politica locale, e viceversa. In altre parole, saltando di palo in frasca e variando tra molteplici argomenti, il rischio è quello di non riuscire a fidelizzare i lettori, con la conseguenza che molti di questi non ci seguiranno in maniera continuativa, come ad esempio può avvenire per determinati appassionati che seguono un blog tematico. Altro compito che può risultare complicato per un blog personale è quello di riuscire a catturare l’attenzione degli utenti del web, perché, a meno di non essere un personaggio noto, è abbastanza difficile riuscire a suscitare l’interesse di potenziali lettori che non ci conoscono, considerando anche la folta concorrenza in Rete.

Un suggerimento per il tuo diario personale online

Comunicare con un linguaggio chiaro e in perfetto italiano è la base. Poi per riuscire nell’impresa di conquistare i lettori, magari riuscendo a fidelizzarne una parte, dobbiamo dare originalità ai racconti che proponiamo, evitando le banalità e usando un modo di scrivere arguto, che si fa leggere. Cerca il modo per distinguerti restando sempre te stesso. Essere di aiuto agli altri, magari ispirando una riflessione, una risata o una domanda particolare, è la chiave per aprire un blog personale che sia utile agli altri, oltre che a noi stessi. Altrimenti puoi sempre aprire un diario cartaceo e scrivere solo per te stesso con una bella penna stilo. Che sia un diario personale online oppure offline: a ognuno il suo blog!

Per approfondire l’argomento ‘blog’, in questa pagina troverai diversi post che ti saranno sicuramente utili. Buona lettura!


Interessante !
0

 

Rispondi al Sondaggio

Come definiresti un blog personale?


  1. Palestra di scrittura
  2. Sfogatoio pubblico
  3. Vetrina inutile
  4. Anticamera di un blog professionale
  5. Raccoglitore di pensieri e opinioni

Approfondisci l'argomento