Newsyblog

Avere un blog personale o fare social blogging?

07|giu|2016
 
Interessante !
0 ! 0 ?

Conosci Pulse e Note?

Se detti così questi nomi non ti suonano familiari, forse associandoli rispettivamente a Linkedin e Facebook una lampadina ti si potrebbe accendere: si tratta infatti delle sezioni blog dei due importanti social network.

Il primo - Linkedin Pulse - è maturo e molto frequentato già da qualche tempo, il secondo - Facebook Note - è ancora in fase embrionale, ma trattandosi del re dei social network, non è difficile attendersi il successo.

Ora, alla luce della nascita e dell’affermarsi di queste piattaforme per fare blogging, quindi per scrivere contenuti per farsi conoscere e promuovere un’attività, la domanda nasce spontanea: “è ancora utile avere un blog personale o aziendale?”.

La mia risposta è sì: credo che sia ancora fondamentale avere un blog e in questo articolo ti spiegherò il mio punto di vista.

Il blog come biglietto da visita

Ho sempre considerato avere un blog personale o aziendale come un biglietto da visita multimediale: da ciò che scrivi, dagli argomenti di cui tratti e da come li tratti si riesce a capire molto di una persona o di un’azienda.

Avere un blog personale è sempre stato come una vetrina che ti espone verso il mondo intero, ti mostra come un esperto del tuo settore e ti aiuta a trovare contatti interessanti che poi possono trasformarsi in potenziali clienti.

Ora, come ben sappiamo il mondo si è spostato in massa sui social network, quindi le piattaforme di blogging dei principali social media sono terreno fertile sui cui costruire un personal branding efficace.

Ma, come tutte le cose di questo mondo, esistono dei pro e dei contro tra avere un blog personale e affidarsi alle piattaforme di blogging.

Pro e contro di blog personale e social blogging

Partiamo subito dalla prima e forse più importante questione: uno dei primi problemi con cui si deve scontrare chi inizia con un blog è crearsi un pubblico, trovare traffico e aumentare le visite. Questo problema non è presente sulle piattaforme di social blogging in quanto esiste già un pubblico, spesso in target con i tuoi argomenti, che non aspetta altro che buoni contenuti da leggere. Di contro, i contenuti sulle piattaforme social sono molto volatili, ovvero rischiano di essere ignorati dagli utenti. In poche parole, hai meno controllo sui testi che scrivi.

In conclusione, con un blog personale o aziendale:

  • I contenuti rimangono di tua proprietà (su Facebook o Linkedin, ciò che scrivi rimane loro).
  • E’ possibile avere qualsiasi personalizzazione e creare strategie collegate (come ad esempio una newsletter per fare lead generation).
  • Si ha visibilità anche al di fuori dei social network, ovvero anche sui motori di ricerca (se il blogger e il suo blog sono Seo-friendly).

Mentre grazie al social blogging:

  • Puoi creare contenuti che ti danno subito una visibilità maggiore con meno sforzo rispetto al blog personale.
  • Non è necessario gestire direttamente un blog, ad esempio su piattaforme come Wordpress e Drupal che necessitano di manutenzione continua.
  • E’ una soluzione “chiavi in mano” per cui anche chi non mastica di SEO e non ha tempo e voglia di impararlo, può comunque ottenere risultati.


ATTENZIONE: riguardo a questo ultimo punto, il mio consiglio è di imparare le tecniche SEO per poter imparare al meglio il content marketing!


La mia strategia per te

La mia strategia, quella che uso per fare personal branding su me stesso è molto semplice: integro entrambi i sistemi perché sono convinto che l’uno non escluda l’altro. In tal senso, Newsyblog offre proprio la possibilità di costruirsi un profilo/blog tramite i contenuti da votare e pubblicare grazie al contest #BlogInRete.

Il grosso dei miei contenuti, quelli core per la mia attività preferisco pubblicarli sul mio blog, mentre sulle piattaforme di social blogging pubblico estratti di essi con link che rimandano ad approfondimenti sul mio blog.

Inoltre, mentre sul mio blog gli argomenti sono molto specifici e perfettamente in linea con il tema (scrittura per il web), sui social mi posso permettere a volte anche di andare off-topic.

Certo lo sforzo raddoppia, tuttavia scrivere contenuti sul web è molto importante, quindi consiglio anche a te di sfruttare entrambi i canali.


Interessante !
0

 

Rispondi al Sondaggio

Preferisci scrivere i tuoi contenuti


  1. Sul tuo blog personale
  2. Su una piattaforma di social blogging
  3. Su altri siti che ospitano guest post
  4. In base al tipo di contenuto uso tutte e tre le strategie

E tu che ne pensi?

Lascia un commento e partecipa alla conversazione su:

Approfondisci l'argomento