Newsyblog

Blogger alle prime armi: come realizzare un’intervista

06|giu|2016
 
Interessante !
1 ! 1 ?

Tra le diverse tipologie di contenuto che possono contribuire a dare maggiore valore, soprattutto a un blogger alle prime armi, c’è l’intervista. Proporre un’intervista è una soluzione vantaggiosa sia per il blog che la pubblica che per la persona intervistata. Il Blogger che propone l’intervista offrirà ai propri lettori un contenuto di valore da un diverso punto di vista, e potrà beneficiare, in termini di condivisioni e diffusione social, del networking dell’intervistato (che probabilmente avrà piacere a diffondere l’intervista nei suoi spazi online). Dall’altra parte, l’intervistato coglie l’opportunità di farsi conoscere ad un pubblico nuovo, aumentando così il proprio raggio di visibilità sul web.

Per mettere in piedi un’intervista valida e che faccia breccia nell’interesse dei lettori serve prendere alcuni accorgimenti nella sua preparazione. Ci sono diversi aspetti che bisogna tenere in considerazione quando si decide di realizzare un’intervista per il proprio blog. Prendiamo in considerazione gli aspetti generali che (se curati adeguatamente) ci permetteranno di confezionare un'intervista coi fiocchi e, di conseguenza, fare bella figura. Vediamo quali sono.

Scegliere la persona giusta

Una delle prime cose da fare, se non la prima, è scegliere con cura la persona da intervistare. La scelta deve ricadere su una persona che ha qualcosa da dire, un contributo reale da offrire agli utenti del tuo blog/sito, qualcosa di valore che sia in linea con l’argomento del nostro blog, o che sia coerente con la tematica che si vuole trattare nella singola intervista. Oltre all’affinità di settore, altro aspetto da prendere in considerazione è la “caratura” del personaggio in termini di popolarità. Se da una parte riuscire a intervistare un personaggio importante, con tantissimo seguito, potrebbe portarci un beneficio maggiore, dall’altra è anche vero che un personaggio di questo tipo non accetterà facilmente di farsi intervistare da chiunque, a maggior ragione da blog e siti nati da poco (che ovviamente non possono dare la stessa visibilità di piattaforme ben avviate). Meglio puntare quindi su personaggi meno noti, magari emergenti, ma che per tale motivo hanno più voglia di essere presentati al pubblico: sono in cerca di “vetrine” per farsi conoscere e saranno più interessati (propensi, disponibili) a farsi intervistare anche da un piccolo blog o testata giornalistica. Sapendo individuare l’alta qualità nella persona da intervistare, avrai il merito di aver saputo riconoscere le sue qualità prima di altri.

Quale format?

Una volta scelta la persona da intervistare, bisogna decidere quale tipologia di intervista fare, scegliendo tra diversi format. Si può optare per quella testuale (in coda al post troverai i link ad alcune interviste realizzate da Newsyblog), alternando dunque domande e risposte scritte una dietro l’altra in un post (con un’introduzione che presenta chi stiamo ospitando), oppure quella video che potrebbe essere realizzata su Skype (qui un elenco di software consigliati da Skype per registrare le chiamate), o Google Hangout e altre piattaforme simili (se hai una connessione veloce e stabile), per poi essere editata con appositi programmi prima di andare online (ma evita le interviste live se non hai l’esperienza specifica, vai sulla registrazione per sicurezza, e fai esperienza). Altro tipo di intervista potrebbe essere quella in formato audio con un file in podcast da proporre ai propri lettori, magari con l’immagine dell’intervistato in primo piano (qui puoi trovare una guida su come creare un podcast). L’intervista in formato video (o audio) potrebbe anche essere pubblicata in aggiunta all’intervista testuale, offrendo l’opportunità al pubblico di scegliere il format che preferisce (e considerando anche chi ha delle disabilità). Quando esci fuori dal formato testo, devi stare attento alle peculiarità del formato scelto per confezionare comunque un buon prodotto (es. per realizzare una video intervista potrebbe esserti necessario un treppiedi, magari anche un microfono esterno; e devi considerare anche altri fattori come location, vento, rumori ambientali, luce, ecc.).

Approccio, argomento e domande

Definiti intervistato e format è il momento di contattare la persona che si vuole intervistare. Per il primo approccio all’intervistato, cosa che può avvenire sul suo profilo social più utilizzato (attraverso il quale chiedere il contatto email - o magari per avvertire che hai utilizzato un determinato indirizzo email per chiedere la disponibilità all'intervista), è bene essere molto discreti, ma allo stesso tempo mostrare entusiasmo e interesse nel volere approfondire un determinato argomento con quella determinata persona. In fin dei conti stiamo chiedendo di poter contribuire alla sua popolarità e le domande saranno inviate (magari tramite un file di note) in un messaggio privato - da questo punto di vista non ci sono rischi se ci si porge con educazione e gentilezza.

Mentre raccogliamo la disponibilità per l’intervista, dobbiamo già avere in mente che tipo di intervista vogliamo fare, cosa vorremmo uscisse fuori da ogni domanda (ricordando che in questo tipo di interviste la precondizione è la stima nei confronti di chi scegliamo), quali e quante domande fare. Ricevuta la disponibilità, sarà bene affinare ulteriormente ciò che avevamo pensato. Il consiglio è quello di cercare di evitare le banalità e di porre domande su aspetti che possano far venire fuori qualcosa di realmente interessante per i lettori, intorno al quale poter aprire dibattiti e discussioni (ma stando attenti a stare lontani da potenziali polemiche). Le domande non possono essere troppe perché si rischia di annoiare il lettore e di rubare eccessivamente tempo all’intervistato che deve rispondere. Meglio limitarsi alle domande ritenute necessarie e indispensabili per affrontare l’argomento con un taglio originale, lasciando comunque all’intervistato la possibilità di spaziare liberamente. Tutto il resto risulterebbe eccessivo o banale, in più predisporrebbe negativamente il protagonista dell’intervista.

Cura e pubblicazione

Una volta realizzata l’intervista occorre dare la corretta impostazione al post da pubblicare, curandone tutti gli aspetti, in modo tale da presentare il nuovo contenuto nel migliore dei modi (non solo per il tuo interesse, ma anche per rispetto all’intervistato che ci ha concesso il suo tempo prezioso). Tutto deve essere verificato (e riverificato) nei minimi particolari. Oltre a un’adeguata formattazione, a corredo dell’intervista è bene inserire almeno due immagini in cui l’intervistato è chiaramente riconoscibile (linkando la fonte se l’immagine non è tua - puoi mettere il link photo credit alla fine dell'articolo), insieme ai link del suo blog/sito e dei suoi profili social. Concorda quali immagini inserire a corredo dell'intervista, dalla prima all'ultima (a maggior ragione se l'intervistato è un personaggio pubblico, terrà molto alle foto da inserire). Il tutto deve essere confezionato in modo tale che i lettori possano intuire la qualità del personaggio che hai scelto e, grazie anche alla qualità del materiale presentato, decidere eventualmente di seguirlo.

Ultimi consigli frutto dell'esperienza

Accontenta sempre l'intervistato, nei limiti del possibile e dei tuoi strumenti, perché sei tu che l'hai cercato e devi metterti a disposizione. Anche nella fase di post-produzione di un video, cerca sempre di accontentare l'intervistato se ti richiede diverse modifiche al video (ovviamente non proporre mai un'intervista video se poi non sei capace di fare un minimo montaggio). Ma non farti neanche prendere in giro: niente è per forza. Questo va detto perché a Newsyblog è capitato che una persona - una libera professionista, come ce ne sono a migliaia nel settore web - ha risposto dopo più di un mese alla prima email inviatale (in cui si chiedeva gentilmente la sua disponibilità a un'intervista), dicendosi felice di realizzarla (e anche scusandosi per il ritardo), salvo poi sparire nel momento in cui doveva confermare gli ultimi dettagli e la data. Siccome per aspettare la seconda email-risposta di questa persona, che aveva dato una prima disponibilità, sono stati modificati degli impegni, il consiglio è di non impazzire dietro a chi fa i capricci: rivolgiti ad altri e ne guadagnerai in salute.

Infine, ecco altri esempi di interviste pubblicate su Newsyblog.

Il teatro e i social per crescere insieme? Intervista a Simone Pacini (anche video).

Quintessenza della Sicilia in un'Attrice. Intervista a Stella Egitto.

Bellezza profonda e limpida. Intervista all'Attrice Daniela De Vita (qui sotto il video dell'intervista).



P.S. Per migliorare il posizionamento nei motori di ricerca, ad esempio per la query "Nome Intervistato Intervista", o per la query "Nome Intervistato", il consiglio è di iniziare il titolo dell'articolo con il nome del personaggio intervistato, o con "Intervista a Nome Intervistato". Questo ti permetterà, se il tuo sito è ben ottimizzato per farsi trovare dai motori di ricerca, di scalare in serp i risultati di chi non mette all'inizio del titolo il nome del personaggio intervistato, o "Intervista a ..". Il miglior posizionamento è stato dimostrato da un esperimento fatto su Newsyblog (invertendo il primo periodo con il secondo nei titoli sopracitati, il post si è posizionato più in alto rispetto al titolo precedente, per la query "Nome Intervistato Intervista" e "Nome Intervistato").


Interessante !
1

 

Rispondi al Sondaggio

Quale formato d’intervista preferisci sul web?


  1. Video
  2. Testuale
  3. Audio
  4. Video/Audio (o solo audio) + Testo

Approfondisci l'argomento