Newsyblog

Alfa Romeo Giulia: ma quanto mi costi?!

22|apr|2016
 
Interessante !
2 ! 1 ?

Ma quanto amiamo i Social Network? Tantissimo! Dai diciamo la verità!

Non vediamo l’ora che arrivino indiscrezioni su fatti, cose, persone, animali per sparare opinioni così di getto. Anche se il tema in questione riguarda le proprietà nutritive dell’insalata e in cuor nostro sappiamo di aver messo “mi piace” anche sulla pagina FB di Burger King Malaysia.

Tocca di nuovo a Giulia infuocare le tastiere di noi tutti. Ebbene sì, è uscita qualche indiscrezione sul prezzo di qualche versione. Quanto basta per alimentare opinioni, dialoghi, discussioni, litigi e maledizioni.

Calmiamoci. Questo articolo vi viene incontro in un cosa che, seppure semplice, facile e veloce, non si ha il tempo e la voglia di fare. Perché l’uomo moderno non ha tempo: corre, vede, fa. E condivide senza leggere!

CONFRONTIAMO!

Alfa Romeo Giulia 2.2 jtdm 150/180 cv (quindi c’è molta imprecisazione).

Business Launch Edition 37.300 euro.

Business Sport Launch Edition 44.900 euro.

Cosa c’è di strano? Dite che è troppo cara?
Dunque, Marchionne ha sempre dichiarato che la nuova Alfa sarà al pari dei più rinomati brand premium ma c’è da considerare qualcos’altro, o meglio… qualcosa in più.

Come già scrissi in un articolo sempre qui su Newsyblog, si evince facilmente di come Alfa Romeo sia l’attuale benchmark del segmento D che l’industria automotive di oggi propone.
Ergo, su una cosa siamo d’accordo, e cioè: SULLA CARTA Alfa Romeo vince (il resto so’ chiacchiere da bar).

Adesso c’è un fattore in più da analizzare: il famoso rapporto Q/P (qualità/prezzo). Cara mia Giulia, mi costi il giusto oppure no? Andiamo un po’ a vedere insieme cosa ci offre la concorrenza.

BMW 318d (150 cv) Business Advantage 37.500 euro.

Audi A4 2.0 TDI 150 CV 36.650 euro (versione base motorizzazione a gasolio).

Mercedes C 200 d (1.6 litri da 136 cv) 37.761 euro.

Jaguar XE 2.0 D E-Performance 163 CV Pure 38.050 euro.

Da questa brevissima analisi (in fondo i dati di Giulia sono pochissimi) ne esce fuori che: sì, cara Giulia, mi costi il giusto (se vuoi, valutalo meglio consultando il listino Quattroruote relativo all'Alfa Romeo Giulia).

Un ultimo appunto per gli esperti di marketing intenti a portare avanti la tesi che porta il titolo di “Eh beh se Marchionne vuole vendere le Alfa farebbe bene ad abbassare i prezzi! Questo se la crede troppo”: l’intento di Alfa Romeo è di essere un marchio premium. Un marchio premium deve essere ambito, sognato, conquistato. Se un marchio premium si svende diventerà automaticamente un “marchio generalista che fa belle macchine”.


Interessante !
2

 

Rispondi al Sondaggio

Come valuti il prezzo della nuova Giulia?


  1. Corretto
  2. Inferiore alle mie aspettative
  3. Superiore alle mie aspettative

E tu che ne pensi?

Lascia un commento e partecipa alla conversazione su:

Approfondisci l'argomento