Newsyblog

Comprare un’auto usata: tanti consigli per un acquisto sicuro

28|set|2016
 
Interessante !
2 ! 0 ?

Come scrivevo nella Guida all’acquisto dell’Alfa Romeo 159, comprare un'auto usata può essere un ottimo affare come una brutta fregatura. I seguenti consigli per un acquisto sicuro della tua prossima auto usata sono stati scritti per ampliare una parte di quella guida (per leggere la guida all'acquisto dell'Alfa 159 e dell'Alfa Mito vai in coda a questo blog post).

Cosa controllare. Cosa chiedere. A quali dettagli prestare massima attenzione…

Partiamo da uno dei documenti più importanti riguardo la vita dell'auto: il libretto della manutenzione programmata. In alternativa, se il libretto di manutenzione dovesse mancare (certo non sarebbe un'ottima presentazione), chiedi di vedere tutte le fatture relative agli interventi effettuati. Un’auto ben tenuta ha una storia dimostrabile e probabilmente ha eseguito una manutenzione presso la rete ufficiale, almeno fino ai 70.000 o 100.000 chilometri. Attenzione, quindi, se non esiste un libretto dei tagliandi. Arrivederci e grazie se non esistono neanche le fatture a dimostrare che l'auto in vendita ha fatto la manutenzione necessaria nel corso della sua vita: non puoi comprare un'automobile sulla fiducia (di chi non conosci).

Grazie al libretto di manutenzione programmata bollato dall'officina autorizzata dalla casa, sarai anche più sicuro circa i pezzi di ricambio originali utilizzati, e avresti una conferma riguardo l'esatto chilometraggio e la manutenzione scrupolosa dell'auto (ma se ti troverai davanti una persona disonesta camuffata da venditore, anche i chilometri riportati nel libretto di manutenzione potrebbero essere non conformi all'effettivo chilometraggio dell'auto). Inoltre, si presuppone che le officine ufficiali debbano rispettare certi standard e conoscano alla perfezione i modelli che seguono/riparano (soprattutto se i dipendenti sono aggiornati), e questo è un punto in più per la tua serenità circa il trattamento riservato all'auto dal suo proprietario. Prima di recarti dal venditore chiedi se è possibile visitare l'auto con il tuo meccanico di fiducia. In alternativa, se in zona non hai meccanico di fiducia, valuta servizi a pagamento come Acquisto sicuro di Autoscout, oppure contatta un'officina ufficiale del brand auto che stai acquistando, e chiedi il costo di un servizio del genere (dicendo che ne hai bisogno perché devi acquistare l'auto x e in zona non hai un meccanico di fiducia).



Altra cosa da chiedere subito, in caso stessi acquistando da un rivenditore: deve indicare il chilometraggio in fattura. Sarà disposto a farlo? Un venditore che non è disposto a indicare il chilometraggio in fattura non parte con il piede giusto e denota di avere qualcosa da nascondere: in questo caso il consiglio è di non fidarti assolutamente, gira i tacchi e sbatti la porta, anche perché dopo i guai saranno tutti tuoi se acquisti un’auto usata che ha più chilometri di quanto riportato dal contachilometri. Esempio... Se il contachilometri dell'auto segna 20.000 chilometri, mentre invece ne sono stati percorsi effettivamente 60.000, vorrà dire che rischierai di rompere la cinghia di distribuzione, perché quando l'auto avrà 80.000 km (o 100.000), per te ne avrà 40.000 (o 60.000), e in generale, a meno che non siano passati più di 5 anni dall'ultimo cambio di cinghia, nessun meccanico ti consiglierà di fare questo costoso intervento di manutenzione prima degli 80.000 chilometri (è importante sottolinearlo perché quando si rompe la cinghia di distribuzione sono dolori: rischi di buttare il motore). Se il venditore professionista non è disposto a mettere nero su bianco il chilometraggio in fattura (e/o nel contratto), poche storie... Stiamo comprando un'auto, mica noccioline!

Altro consiglio per avvertire puzza di bruciato o profumo di trasparenza: le auto con molti chilometri hanno volante, cambio e tappezzerie (almeno riguardo il lato guida) non in ottime condizioni... Sedile lato guida, volante e pomello del cambio non possono essere molto usurati in un'auto che ha percorso tra i 50.000 e i 100.000 chilometri. Anche la funzionalità degli stessi può essere un buon metro di paragone: Il sedile presenta qualche cigolio e non è fluido nelle regolazioni? Ogni marcia entra bene e la manovrabilità del cambio è buona? Il volante fa gioco o presenta qualche stranezza di troppo? Forse vuol dire che l'auto ha in verità 150.000 chilometri e non 50.000 (un'auto con meno di 100.000 km ha ancora molta strada da fare e non può essere troppo usurata se è stata trattata bene).

Chiedi anche di provare l'auto per sentire subito se c'è qualcosa che non ti convince (sin dai primi metri di guida, o magari alla prima curva, potresti intuire se ti trovi a bordo di un bidone o di una potenziale buona auto usata). Chiedi di vedere la documentazione dell'auto oltre il libretto di manutenzione (es. libretto di circolazione, ultimo bollo auto pagato, fatture di interventi extra o riparazioni in officina, cambi olio, ecc.). Targa, numero del telaio e motore devono coincidere con i dati riportati sul libretto (fai una verifica prima di impegnarti). Attenzione anche al certificato di proprietà con le generalità del venditore e gli eventuali fermi amministrativi. Verifica anche lo storico dei proprietari… Potresti ritrovarti con un’auto appartenuta a diversi proprietari, spacciata per vettura di “seconda mano”.

Se ti affidi ai siti di annunci online per trovare la tua prossima auto usata cerca di riconoscere subito le truffe travestite da annunci… non è difficile riconoscerle. Quando ti trovi di fronte a qualche stranezza particolare tirati subito indietro (anzi, se l’annuncio ti puzza poco poco di bruciato neanche chiamare). Ecco cosa dovrebbe insospettirti… Prezzi troppo bassi (chiediti sempre: tu venderesti quella buona auto usata a quel prezzo?); foto non veritiere o comunque strane o usate per altri annunci anche in diverse piattaforme online (fai anche attenzione ai particolari: case, paesaggio, ecc.. Un'auto usata fotografata vicino a una casa Americana che viene venduta in Italia? Evitala!); annuncio senza nessuna descrizione o foto; richiesta al primo contatto di tuoi dati personali (es. email), o di soldi (per fare strani passaggi, magari perché la macchina dei tuoi sogni non è nelle vicinanze o si trova all’estero).

Buon senso: al primo sospetto, rinuncia! Il venditore deve anche mettersi nei tuoi panni e se è davvero interessato a venderti l’auto, stabilità la cifra, ti verrà incontro per tutto. Cosa diversa, invece, se il suo scopo è quello di truffarti spillandoti soldi o dati sensibili.

Le condizioni generali dell'auto e il modo in cui ti viene presentata possono dirti molto di ciò che compri e da chi lo compri: l'auto ti viene presentata pulita e in ordine? I pneumatici sono da sostituire? Il vano motore è ok o presenta molto sporco misto a polvere / grasso / olio? La carrozzeria in che stato si presenta? Gli interni sono sufficientemente puliti, igienizzati e in buone condizioni? Il volante e la selleria dimostrano il chilometraggio effettivo o c'è qualcosa che non torna?

Il vano bagagli con ruota di scorta è ok? Vedi una vera gomma (o un ruotino di scorta) oppure dovrai avere a che fare con il kit di riparazione in caso di foratura? C'è la possibilità di una garanzia supplementare alla garanzia di 12 mesi che i rivenditori professionali devono darti obbligatoriamente? Cosa copre e cosa non copre questa garanzia legale?

Riconoscere le auto gravemente incidentate e riparate

Auto stranamente immacolate potrebbero indicarti che l'ex proprietario abbia avuto un incidente grave. Magari l'auto ha pochi anni e meno di 50.000 chilometri: avendo ancora un buon valore, il proprietario disonesto si metterà d'accordo con il riparatore / venditore disonesto per cercare di rifilarti la sola. In questi casi dovresti subito insospettirti quando l’auto, o una sua parte, appare troppo nuova per essere un’auto usata con decine di migliaia di chilometri. Un'auto usata è un'auto usata, anche se in "condizioni pari al nuovo".



Al netto di qualche riga/ammaccatura da parcheggio (il proprietario non avrà problemi a riconoscerlo, quindi a farti uno sconto equivalente al costo della riparazione), e al netto di qualche 'naturale' e perdonabile difettuccio di assemblaggio (in tal caso cerca i pareri dei proprietari del modello in questione, cioè scopri se quel modello risenta effettivamente di un assemblaggio non proprio impeccabile, sin dall’uscita dalla fabbrica), devi prestare massima attenzione ad allineamenti 'strani' tra le parti della carrozzeria (o delle plastiche). Un paraurti nuovissimo non perfettamente allineato con fanaleria e cofano (anch’esso luccicante) potrebbe voler dire che l’auto abbia subito un brutto colpo davanti; e un volante non perfettamente collegato con il piantone dello sterzo potrebbe voler dire che sia già scoppiato l’airbag… Se poi trovi queste due stranezze insieme nella tua potenziale prossima auto, fai 2+2. Tutto questo vuol dire solo una cosa: l’auto ha subito un incidente grave. Le auto gravemente incidentate e riparate per essere vendute sono dei bidoni sicuri, che sarebbe stato meglio accompagnare dal demolitore o vendere per pezzi (solitamente la riparazione viene fatta in economia proprio perché si è già deciso di vendere l’auto incidentata).



Attenzione al venditore…

Osserva il comportamento del venditore e come risponde alle tue domande (a seconda che sia un privato o un concessionario, alcuni dei prossimi consigli sono più validi di altri). Fai attenzione a che tipo è il venditore e capirai com’è stata trattata l’auto che sta vendendo (anche lo stesso venditore professionista, se è davvero tale, non ti rifila - o non dovrebbe rifilarti - una fregatura).

Ti parla di com'è stata trattato l'auto nel passato? Se il proprietario l’ha tenuta con i guanti tenderà a sottolinearlo (sforzati di capire se ti trovi davanti a una persona sincera o hai a che fare con un bugiardo patentato). Te ne parla come se fosse la sua bimba da cui, molto a malincuore, è costretto a separarsi, oppure te la presenta come una semplice e fredda automobile? Es. Se il proprietario ha scelto sempre benzina e olio pregiati - dicendoti quali - vuol dire che ha trattato l'auto con cura (e questo può essere comprovato da tanti altri dettagli in ordine).

Ti mostra proprio tutto dell'auto? Se omette qualche particolare vuol dire che lì c'è qualcosa da nascondere (perché?). Se invece ti avvisa di qualche difetto vuol dire che hai a che fare con una persona onesta (o furba, attenzione) nel dirti le cose come stanno.

Ti sembra sufficientemente informato su cosa sta vendendo? Se non sa bene cosa vende, magari non conosce eventuali piccoli difetti dell'auto che per te sarebbe utile sapere. Ti sembra una persona onesta e precisa nel modo di fare? Impara a decifrare toni di voce, movimenti del corpo e modo di porsi quando è con te per farti vedere l'auto. Diffida di chi risponde titubante o aggira alcune tue domande precise (se riuscisse a camuffarsi bene con il linguaggio del corpo, a domanda diretta su qualcosa di oggettivo, deve darti una risposta diretta e sincera - se invece si arrampica è un marpione, nel senso cattivo del termine). Diffida sempre di chi ti mette pressione per concludere la compravendita.

Ancora... Il venditore è presente sui social? Le persone formano la propria opinione sui social più che sugli altri media. I venditori sanno bene che i social aiutano molto a vendere, oltre gli annunci nei portali specializzati di vendita auto... Se non trovi il venditore e le sue auto sui social è solo perché online non si trova a suo agio? Quali sono i pareri delle persone nei commenti a ciò che pubblica sui social? Verifica il suo nome non solo suo social, ma anche su Google.

Fai attenzione a ogni minimo particolare, ma poi valuta il giusto peso da attribuirgli. Per il resto utilizza il buon senso, valuta l'esperienza di chi ti fidi e chiedi consigli ad altri utenti nei forum/social.



Acquisto di un’auto usata: da un Privato o da un Rivenditore?

Quando acquisti un’auto usata da un Privato devi prestare maggiore attenzione (rispetto a quando acquisti un'auto usata dal rivenditore), nel momento in cui hai preso la decisione definitiva. Se la compri, al momento di fare il passaggio, rivolgiti a un’agenzia di pratiche auto affiliata Sermetra. Per un basso compenso ti tolgono tante scocciature che altrimenti dovresti fare da solo (e hai la garanzia di avere a che fare con dei professionisti qualificati). Mentre riguardo l’acquisto dell'auto usata da un Rivenditore, la preoccupazione maggiore è per il reale chilometraggio dell’auto, oltre che per le condizioni di alcune sue parti rimesse a nuovo o meno - ma avendo letto questo post, ora sai come tutelarti ;)

Acquisto auto usata da un Rivenditore: ecco i vantaggi...

Procedura di acquisto professionale e passaggio di denaro sicuro (c'è un contratto che ti impegna all'acquisto una volta che hai apposto la tua firma - leggilo bene). Garanzia legale di 12 mesi. Possibilità di garanzia supplementare. Possibilità di rateazione. Eventuale permuta. Tagliando, lavaggio e igienizzazione dell'autoveicolo, poco prima della consegna al nuovo proprietario, sono di solito un must per un rivenditore serio.


Comprare un'auto usata dal concessionario (OmniAuto)


Comprare un'auto usata (i consigli di Sicurauto su Mi manda Raitre)


Acquisto auto usata da un Privato: ecco i vantaggi...

Possibilità di prova anche con meccanico di fiducia. Minore rischio di avere vedere chilometraggi ‘scalati’. Prezzo solitamente trattabile. La maggiore difficoltà per l’acquisto di un'auto usata da un privato, oltre allo svantaggio di non poter avere una garanzia, è il passaggio di denaro (nel caso di grosse cifre, superiori ai 1000-2000 euro, il venditore non può per forza pretendere il pagamento in contanti), superabile però con servizi terzi come Acquisto Sicuro di Autoscout 24... Si tratta di società che operando in partnership con i vari operatori del settore automotive, riescono a offrire tanti comodi servizi professionali (a un prezzo ragionevole) per l'acquisto di un'auto usata da privato in totale serenità.

Vantaggi aggiuntivi che potrebbero esserti offerti da un Privato (o che tu potresti richiedergli per valutare l'acquisto), al fine di incoraggiare il potenziale acquirente e concretizzare la compravendita…

  1. Assolvere al pagamento del bollo per l’anno corrente, se è prossimo alla scadenza.
  2. Effettuare la revisione, se è prossima alla scadenza: così non avrai tasse da pagare e incombenze burocratiche da affrontare appena entrato in possesso dell’automobile.
  3. Provvedere a un ultimo tagliando con tutta la manutenzione necessaria in base al chilometraggio.
  4. Cambiare le gomme un po’ in anticipo se queste si dovranno cambiare tra meno di un anno.
  5. Garantirti da subito di essere disponibile a qualsiasi prova anche in presenza del tuo meccanico di fiducia.
  6. Inviarti foto aggiuntive (anche di particolari), numero targa e telaio.
  7. Presentarti un’auto super pulita sia esternamente che internamente.

Anche se alla fine farai solo una di queste domande, dalla risposta potrai capire la serietà e la disponibilità di chi si trova dall'altra parte.



E il passaggio di proprietà? S'intende sempre a carico del compratore e si calcola in base ai cavalli dell'auto e alla provincia di residenza dell'acquirente. A Settembre 2016, il passaggio di proprietà per un'auto con 100 cavalli, costa a un'acquirente / proprietario residente a Roma, la bellezza di 421 euro. A questo link potrai calcolare il costo del passaggio di proprietà per la tua auto (mentre qui potrai calcolare il costo del bollo).



Vendere o comprare la tua auto al giusto prezzo

Oltre ai rinomati servizi a pagamento offerti da Quattroruote ed Eurotax che ti danno la quotazione di un'auto usata, per farti un’idea sul reale valore della tua auto (o dell’auto usata che devi acquistare), consulta i seguenti siti. Potrai anche inserire il tuo annuncio gratuitamente o guardare le auto usate in vendita.


Autoscout24

Il sito di annunci di vendita di auto usate che va per la maggiore. Offre anche un quotatore gratuito che in tempo reale valuta il tuo usato. Questo servizio non offre valutazioni personalizzate caso per caso, ma un semplice e chiaro listino prezzi consultabile gratuitamente (basterà inserire marca e modello dell'auto in oggetto).

Il sito indicherà un prezzo medio, un prezzo minimo e un prezzo massimo, corredato da un grafico basato sul numero di annunci nella relativa fascia di prezzo considerata. Una volta ottenuta la quotazione base sarà possibile affinare la ricerca inserendo l’anno, la motorizzazione e il chilometraggio del veicolo, arrivando così a un risultato più preciso. Una volta finita la quotazione è possibile visualizzare le auto in vendita che corrispondono ai nostri criteri di ricerca. Ovviamente il sito non tiene conto di eventuali optional presenti nell’auto che possono aumentarne un po’ il valore finale. La valutazione è basata sui tanti annunci inseriti dagli utenti, quindi può essere sicuramente rappresentativa dei prezzi che esistono nel mercato in tempo reale.


Autouncle

Offre un sistema di valutazione completamente gratuito, in vitù dei dati statistici presi dalla valutazione di oltre 3 milioni e mezzo di auto (grazie a tutti gli annunci presenti su Autouncle e a quelli presi da altri siti). Tutto ciò è possibile perché Autouncle ti mostra annunci auto provenienti da diversi siti internet specializzati (es. AutoScout, Caraffinity e tanti altri).

Sarà possibile fare i diversi settaggi tipici di quando si vuole cercare un’auto usata: tutte le marche disponibili attualmente sul mercato, l'anno d'immatricolazione dell'auto, il tipo di carburante, i km effettuati dall'auto che si desidera acquistare o vendere, il prezzo minimo e massimo, il tipo di carrozzeria che si preferisce. Nella ricerca avanzata si possono inserire diversi optional come il clima, il gancio traino, il tetto in vetro, i sensori di parcheggio, ecc. Il sito non prende solo gli annunci dai vari meandri della rete per riunirli in un unico posto, ma permette di pubblicare un annuncio direttamente su Autouncle anche a chi ha deciso di vendere la propria auto. Inserendo i dati richiesti dal sistema avrai gratuitamente una valutazione corrispondente al valore reale del veicolo usato, tant'è che leggerai anche il giudizio Autouncle sui prezzi proposti da chi vende. Questi giudizi sono mostrati allo scopo di far orientare meglio acquirenti e venditori e sono suddivisi in: Super prezzo; Ottimo prezzo; Buon prezzo; Cara; Molto cara.


Priceguru

Sito tutto italiano lanciato recentemente. Offre un’app gratuita per smartphone che consente di valutare il proprio veicolo. Per usare l’applicazione non serve la registrazione e la puoi scaricare da App Store e Play Store.

Priceguru è un sistema semplice e innovativo che scova in tempo reale il valore di mercato di un’auto usata analizzando migliaia di annunci presenti sul mercato italiano, in base all’area geografica inserita. All’applicazione non manca l’aspetto social, visto che permette di condividere le quotazioni delle auto sui principali social network, oppure tramite sms o via email. Si può anche decidere di salvare le quotazioni dei veicoli sui “preferiti”, accedendo così più rapidamente alle quotazioni aggiornate che vogliamo seguire. Priceguru consente quindi di capire rapidamente le variazioni che subiscono i prezzi di mercato di un determinato veicolo, tenendo anche conto dell’area geografica nella quale si trova, il tutto in tempo reale.


Sei sicuro di aver valutato tutti i rischi ai quali ti esponi quando compri o vendi un’auto usata? In questo tipo di vendita o acquisto i truffatori professionisti sono dietro l'angolo e le pensano tutte per far abboccare le loro prede...

Scarica la Guida in Pdf suCome tutelarsi dai truffatori nel settore auto” (4 pagine).


Questo è tutto. Adesso sei pronto per comprare la tua auto usata.


Buon acquisto sicuro da parte di Newsyblog!


P.S. Interessato all’acquisto di un’Alfa Romeo? Leggi la Guida all’acquisto dell’Alfa Romeo Mito (nuova), o la Guida all’acquisto dell’Alfa Romeo 159.



Interessante !
2

 

Rispondi al Sondaggio

La mia prossima auto usata sarà una... ?


  1. Giapponese (Toyota, Nissan, Suzuki, Honda, ecc.)
  2. Tedesca (Audi, Bmw, Mercedes, Volkswagen, ecc.)
  3. Italiana/Americana (Alfa Romeo, Fiat, Lancia, Jeep, Chrysler, ecc.)
  4. Francese (Renault, Peugeot, Citroen, ecc.)
  5. Altro...