Newsyblog

Guerrilla marketing: il caso Alfa Romeo

24|mar|2016
 
Interessante !
4 !

Anche New York ha il suo salone dell’auto. Un Salone che nel tempo sta acquisendo sempre più importanza vista l’importanza che i vari costruttori di automobili stanno dando al mercato NAFTA ed in particolare a quello USA. Il lancio del marchio italiano prosegue a tutta forza anche in terra americana: finalmente anche i fan statunitensi del marchio potranno toccare con mano la giulia “normale”, osservarla e pianificare un ipotetico acquisto (che, negli USA, potrà effettuarsi solo nel 2017). L’esemplare mostrato monta il propulsore a quattro cilindri 2 litri a benzina da 276 CV.

Nel frattempo, appena fuori dai padiglioni fieristici, dei mega cartelloni pubblicitari targati Alfa imperano nel cielo: rappresentano la Giulia ed un cucciolo di pastore tedesco al di sopra del quale c’è una scritta che dice: "Non dire alla mamma che mi sono innamorato di un'italiana".

È più che ovvio il riferimento alla guerra aperta, più che aperta, contro le rivali premium tedesche Audi, BMW e Mercedes. Quelle che, secondo Marchionne, sono le vere competitor del nuovo corso Alfa Romeo.
Il mercato però si sta aprendo e accoglie con entusiasmo le ultime novità nel settore della Giulia: Jaguar XE è un successo di vendite (per quelli che sono i volumi di vendita del marchio inglese) e Lexus e Infiniti non saranno molto sentite in Europa ma hanno una forte presenza nel territorio americano.

A quelli dell’Alfa piace attaccare. E molte volte chi la dura…


Interessante !
4

 

E tu che ne pensi?

Lascia un commento e partecipa alla conversazione su:

Approfondisci l'argomento