Newsyblog

Come gestire i troll e i commenti offensivi

 
Interessante !
0 ! 0 ?

Nei precedenti articoli abbiamo parlato dell’importanza di gestire i commenti social e di come fronteggiare i feedback negativi. Ecco, da quell’elenco ho volutamente escluso l’attacco dei troll, così come i commenti offensivi o lesivi della dignità della persona. Il motivo è molto semplice: quando inciampi in un troll o in un personaggio che sembrerebbe esagerato anche nei peggiori bar di Caracas, ti conviene comportarti diversamente.

Dividerò in due questo articolo, anche se nella sostanza cambia poco: nessuna pietà con i troll.

Gestire i troll e i commenti offensivi sul tuo blog

Se hai aperto un blog è perché volevi un tuo spazio. Allora perché permettere a qualcuno di invaderlo senza se e senza ma, con il solo obiettivo di passare un po’ di tempo o di rovinare la tua reputazione?

Esatto, non devi permetterglielo.

La prima cosa che devi fare è creare una pagina del tuo blog da dedicare alla netiquette, in cui includerai:

  1. Cosa si può fare e cosa no
  2. Quali commenti vengono accettati e quali no (in linea di massima)
  3. Quali atteggiamenti portano alla rimozione del commento e quali al ban

Scrivendo punto per punto tutto quello che non verrà tollerato avrai un documento a cui fare appello per giustificare un’ammonizione ed eventualmente la rimozione di uno o più commenti.

Patti chiari e amicizia lunga. Il blog è la casa dei tuoi pensieri e in linea di massima chi viene a trovarti dovrebbe rispettare le tue regole.

Un altro consiglio che voglio darti è quello di subordinare il primo commento di un autore alla tua verifica, così da farti un’idea di chi scriverà. Lasciare liberi tutti i commenti può essere rischioso, mentre controllarli uno a uno può essere una faticaccia e può anche scoraggiare le interazioni.

Gestire i troll e i commenti offensivi sui tuoi social

”Discutere con certe persone è come giocare a scacchi con un piccione. Puoi anche essere il campione del mondo, ma il piccione farà cadere tutti i pezzi, ca***à sulla tastiera e se ne andrà in giro impettito come se avesse vinto lui”

Sui social la situazione cambia un pochino per due motivi. Il primo è che non ti trovi più a casa tua, ma è come se fossi in una piazza, seppur virtuale; il secondo motivo è perché sui social hai più possibilità di incappare nei troll e nei cosiddetti “leoni da tastiera”.

Come affrontare un troll

La domanda però è la stessa: come mi devo comportare se mi imbatto in un troll?

Beh, la prima cosa da fare è riuscire a riconoscerlo, così puoi evitare di dargli corda. Infatti, devi tenere conto che se si tratta di un buontempone, continuare a rispondere equivale a farlo felice e magari scatenare un flame. Ricorda che tu stai prendendo seriamente chi gioca con la tua reputazione. Non abbassarti al suo livello perché hai solo da perderci.

Sono portato, almeno inizialmente, a dirti di non cancellare i suoi commenti per evitare di scatenare una reazione ancora peggiore. Ignoralo per un po’ e dovrebbe smettere da solo.

Non potendo qui trattare i vari commenti sgraditi e tutte le loro varianti mi limiterò a parlarti ancora dei commenti off topic e dei commenti offensivi.

Caro utente, sei fuori strada

Off topic, ovvero fuori dall’argomento del tuo post. Non è una situazione grave, ma devi cercare di avvisare gli utenti che la discussione si sta allontanando dal binario originale così da evitare che si scatenino inutili dibattiti sulla fisica quantistica in coda al tuo post sul rigore dato alla Juve! Usa bene le tue doti di moderatore.

Sono stato offeso o denigrato, che faccio?

In questo caso la situazione si fa più grave. Un conto è avere a che fare con buontemponi e disturbatori, mentre un altro è essere offesi e insultati da qualche “leone da tastiera” o semplicemente da qualcuno che al posto di passare oltre si ferma sulla bacheca per offenderti.

In questo caso bisogna andarci con i piedi di piombo perché la questione si fa seria. Per come la vedo io puoi percorrere due strade: rimuovere il commento e bloccare l’utente, o adire le vie legali.

In quest’ultimo caso la decisione spetta solo a te. Rifletti… Si tratta di un’offesa tale da giustificare un’azione legale con l’impegno di tempo e risorse che essa richiede, oppure hai ingigantito la questione?

Non sono un esperto di questioni legali legate alla diffamazione via web, ma ti dico quello che farei io. Per prima cosa farei uno screenshot per evitare che venga cancellato e che spariscano le prove. Dopo aver fatto questo, credo che la mossa migliore sia quella di non toccare nulla e sentire l'avvocato di fiducia: sarà lui a dirmi come agire. In ogni caso, ti consiglio di non minacciare di "andare per avvocati", di non rispondere a tono e non replicare per non ingigantire ulteriormente la questione e non lasciarti sfuggire qualcosa che possa farti passare dalla parte del torto.


Interessante !
0

 

Rispondi al Sondaggio

Come ti comporti se un troll commenta un tuo post?


  1. Ignoro il commento
  2. Gli rispondo a tono perché è la MIA pagina
  3. Gli mando un messaggio diretto chiedendogli di smettere
  4. Non lo so, non mi è mai capitato
  5. Cancello il commento e/o blocco l'utente

E tu che ne pensi?

Lascia un commento e partecipa alla conversazione su:

Approfondisci l'argomento