Newsyblog

Come usare Twitter per fare personal branding e promuovere te stesso

 
Interessante !
0 ! 0 ?

Twitter è un social che puoi usare per promuoverti e fare personal branding se riesci a sfornare spesso battute pronte (sagaci e concise). Sì, stiamo proprio parlando del social media con l’uccellino blu e di come sia un luogo perfetto per fare personal branding. Le tue battute Twitter (cioè i tuoi tweet) dovrebbero avere l’obiettivo di stimolare conversazioni in tempo reale sui temi di tuo interesse. Il fine ultimo è scambiare delle opinioni, possibilmente argute, con altre persone…

...non importa che tu sia su Twitter per diventare un mago del personal branding, per promuovere te stesso o solo per informarti: occorre stare sul pezzo, eventualmente anche con un Mi piace a forma di cuore.

È vero, gli ultimi anni non sono stati felicissimi per questo social, che sembra patire un cronico complesso di inferiorità nei confronti di Facebook, ma sono convinto che sia ancora tra i social migliori per promuovere qualsiasi cosa e fare un po’ di sano personal branding.

Come? Semplice, ti basta seguire questi quattro punti.

#1Definisci chi sei

Se stai pensando “ma io so chi sono” credo tu sia fuori strada. Qui sto parlando di definire la tua immagine digitale, ovvero di scegliere la linea di comunicazione che DOVRAI tenere ogni volta che aprirai l’App per cinguettare. Niente di incredibile, sia chiaro, ma se hai intenzione di diventare una tweetstar grazie al sarcasmo e allo stesso tempo promuovere un servizio di investimenti finanziari, forse sei fuori strada.

Personal branding puro e semplice. Quello che devi fare è scegliere la tua linea di testo e muoverti di conseguenza, dentro un tweet da (massimo) 140 caratteri, anche se sarebbe meglio usarne meno per lasciare spazio alle risposte.

#2 Interagisci

Poter interagire con persone che non conosci (difficilmente avvicinabili nella vita reale), e che online sono a portata di tweet, magari pronte ad ascoltare quello che hai da dire, è una grande possibilità per farsi conoscere, non trovi? Mi raccomando però di non spammare e non interagire solo per farti notare (l’interazione deve essere autentica, senza un secondo fine, altrimenti non funzionerà). Se scegli di interagire con una persona su Twitter chiediti il perché... Promuovere te stesso? Semplice conversazione? Nutrire il tuo ego? Fare battute sarcastiche? Aggiungere valore con i tuoi blog post?

Si lo so, sembra un controsenso, ma se vuoi ottenere dei risultati su twitter devi fare proprio così: interagire con attori rilevanti, sui temi che ti interessano, senza un manifesto secondo fine.

Pensi di farcela?

#3 Segui le persone giuste per promuovere te stesso

Se non selezioni le persone da seguire intaserai presto la tua home di Twitter. Trovare e selezionare le persone giuste da seguire (magari creando delle liste che abbiano una logica) ha una doppia funzione.

Da un lato puoi essere sempre al corrente su quello che succede nel tuo settore, avendo la possibilità di interagire con account che hai selezionato in base alla loro importanza. Prima di entrare nel vivo delle conversazioni o esprimersi su hashtag delicati, meglio fare un po’ di pratica con le persone che tu vuoi coinvolgere.

Dall’altro, puoi seguire “chi ce l’ha fatta”, cioè puoi scegliere di seguire alcuni profili per l’uso originale che fanno di Twitter. Chi riesce a promuoversi bene su Twitter, oltre a darti stimoli interessanti, ti sarà utilissimo anche per imparare e migliorare grazie agli esempi che potrai osservare (un po’ come quando osservi l’esempio di persone che stimi).

Dopo aver osservato chi riesce a promuoversi bene, dopo aver portato il tuo pensiero in una conversazione (non importa iniziata da chi), ti sarà più semplice capire i meccanismi di Twitter per promuovere te stesso.

#4 Inserisci twitter in una strategia

Ho lasciato questo punto per ultimo perché è senza dubbio quello più importante. Nella migliore delle ipotesi improvvisare ti farà ottenere scarsi risultati, oppure non ti porterà proprio da nessuna parte. Un conto è usare twitter durante il tempo libero, un conto è cinguettare per promuoverti e ottenere dei benefici. Se usi il social con l’uccellino a tempo perso non ti servirà di certo una strategia, mentre se vuoi raggiungere degli obiettivi è bene che concentri i tuoi sforzi su di essi.

Inserire l’uso di twitter all’interno di una strategia di comunicazione non vuol dire solo utilizzarlo professionalmente; devi anche decidere come coordinarlo con gli altri social che utilizzi e soprattutto devi sfruttarlo per promuovere il tuo blog.

Insomma, l’idea comune è che twitter non se la stia passando benissimo, ma per chi ha intenzione di promuoversi ci sono ancora moltissime opportunità. La strada non è semplice, specie in Italia dove il microblogging non è stato compreso fino in fondo, ma con qualche accorgimento si possono ottenere ottimi risultati sia in termini di visibilità che per quanto riguarda opportunità future. Prima di raccogliere, infatti, occorre seminare, e Twitter è ancora un terreno molto fertile, malgrado gli affanni dell’uccellino blu.


Interessante !
0

 

Rispondi al Sondaggio

Usi twitter per promuoverti o per altro?


  1. Lo uso principalmente per promuovermi
  2. Non ho mai capito come si usa, ma ora voglio riprovarci
  3. Lo uso principalmente per scambiare opinioni
  4. Lo seguo per tenermi informato
  5. Lo uso per promuovermi, scambiare opinioni e tenermi informato

E tu che ne pensi?

Lascia un commento e partecipa alla conversazione su:

Approfondisci l'argomento