Newsyblog

Il primo post del mio Newsyblog! Dove c’eravamo lasciati?

01|mar|2016
 
Interessante !
4 ! 3 ?

Oggi per Newsyblog è un giorno di festa! Si capisce dal palloncino rosso sulla foto, no? ;)

Avrei dovuto pubblicare questo post il 31 ottobre 2015 (per questo è necessaria una piccola premessa, per scusarci con le persone che abbiamo deluso), ciò non è stato possibile perché una risorsa chiave - l’ex programmatore - ci ha consegnato in ritardo un sito non funzionante (diciamo che non abbiamo saputo riconoscere in tempo quella che poi si è rivelata una scheggia impazzita nel team di sviluppo). Tralasciando i dettagli, è stato necessario rivedere alcune funzionalità e trovare un programmatore all’altezza della situazione, per avere finalmente l’idea Newsyblog implementata nel modo corretto (inutile sprecare altre lettere, il periodaccio è stato superato, e la scheggia impazzita è stata mandata a quel paese).

Spiegati i motivi del nostro ritardo, fatte le nostre scuse, veniamo a noi!

L’entusiasmo di Daniele Tarenzi mi sembra il modo migliore per brindare: Newsyblog è pronto alla navigazione. Dobbiamo molto a Daniele e ad altre persone come lui (Iolanda Fabbrocino, Valentina Lepore, ecc.) che ci hanno sostenuto e regalato feedback preziosi (più positivi che negativi, evidentemente). Ecco l’intervista che ho fatto a Daniele pochi mesi fa.


1) Ciao Daniele! Di cosa ti occupi e come ti promuovi sul web?
Ciao a tutti! Mi occupo di comunicazione e, siccome ritengo che il miglior modo per imparare sia sporcarsi le mani, ho deciso di misurarmi a livello personale con un blog e con la gestione di alcuni canali social. Utilizzo, quindi, Facebook, Twitter, Instagram e LinkedIn quotidianamente. Sto imparando ad usare Pinterest e Youtube. Solitamente pubblico due o tre post a settimana sul mio blog e poi condivido tutto sui canali social.


2) Su quali social media punti per promuoverti online, e perché li hai scelti?
Quelli che uso di più sono Facebook e Twitter, anche se ultimamente ho rivalutato moltissimo anche LinkedIn. Quando condivido un post del blog, per esempio, cerco sempre di evidenziare l’aspetto più adatto a ogni singolo canale social: per Facebook prevale ciò che di più personale c’è nel post, per Twitter ciò che può interessare di più i miei follower, per LinkedIn invece il lato più professionale.
Instagram e Pinterest sono ancora due canali molto personali, nel senso che li uso raramente per promuovere il blog. Ma ci arrivo, eh!
La vera scoperta è Youtube, che ancora so usare poco, ma che risulta essere un canale molto utile per dare valore ai propri post. Le pubblicazioni con video (nel mio caso, soprattutto videointerviste) sono quelle più lette e condivise in assoluto.


3) Come ti promuovi sui social media?
La mia non è proprio promozione. Preferisco parlare di condivisione. Che sia attraverso Facebook o Twitter o qualunque altro canale social, cerco sempre di far arrivare i miei contenuti a quante più persone possibili, nella speranza che qualcuno li legga e magari mi faccia avere un’opinione. Credo moltissimo nei giudizi altrui, quando vengono dati con intelligenza e a fini costruttivi, non distruttivi. Le critiche sono fondamentali, perché nessuno di noi è in grado di giudicarsi in maniera oggettiva. Quindi, quando ricevo delle critiche fatte con sincerità personale e professionale, me le studio, le leggo e rileggo e poi cerco di trasformarle in cambiamenti. Trovo che i social media, in questo caso, siano un eccellente strumento.


4) In che modo può essere utile al tuo brand la partecipazione al contest #BlogInRete?
Partecipare al contest #BlogInRete è un modo per misurarsi con se stessi e con le proprie idee. Non sempre ciò che si ha in testa è veramente efficace e #BlogInRete offre la possibilità di “mettersi alla prova”. Inoltre, è utile per conoscere altri professionisti come te e per condividere con loro contenuti e consigli.


5) Cosa hai vinto e quali emozioni hai provato partecipando al contest precedente? Alla fine Valentina Lepore stava recuperando terreno...
Ricordate bene! Anzi, ne approfitto per salutare Valentina! Ho avuto l’onore di vincere immeritatamente uno stupendo Ipad, che è diventato il mio strumento di lavoro! Partecipare è stato un po’ come tornare bambini: il fatto che ci sia un premio ti stimola a fare sempre di più e sempre meglio, e questo, inconsapevolmente, mi ha aiutato moltissimo a migliorare, a capire i miei limiti e a giocare le carte giuste. E poi, mi sono divertito come un matto! E mi sarei divertito anche senza premio, lo assicuro.


6) Quali potenzialità hai intravisto nel nostro progetto e come ti piacerebbe usare Newsyblog?
Le potenzialità di Newsyblog sono molte e vanno sfruttate al massimo. Anzitutto, il fatto di poter pubblicare un proprio post su una piattaforma comune offre anche la possibilità di conoscere e farsi conoscere, oltre che di condividere interessanti contenuti e utili informazioni. Per me sarebbe bellissimo poter arrivare a consultare Newsyblog per scovare nuove notizie e materiale da utilizzare per fare a mia volta informazione. Il tutto suddiviso in categorie di argomenti, per facilitare la ricerca… che ne dite?*


7) Un’anticipazione... Faremo in modo di far commentare il post Newsyblog direttamente sui social. Es. Se condividerai il tuo post su Facebook, potrai incollare il link (del post appena condiviso) in coda al tuo articolo Newsyblog (in un apposito spazio che sostituisce il box dei commenti)... Così i lettori potranno commentare il post Newsyblog direttamente su Facebook. Cosa ne pensi?
Fantastico! E’ un’idea molto bella, che annullerebbe alcuni passaggi che a volte possono scoraggiare un commento.


8) Grazie alla classifica per tag, su Newsyblog potrai conoscere persone che si promuovono sui tuoi stessi argomenti: dalla ‘competizione’ nel contest potrebbe anche nascere una collaborazione... Mostrarsi ‘interessante’ nella parte alta della classifica - per la propria nicchia di riferimento - è anche un modo per fare personal brand... Cosa ne pensi? Hai colto queste opportunità?
Penso che questo sia uno degli aspetti più interessanti di Newsyblog, anche se la classifica è solo una “scusa” per produrre di più e meglio. La collaborazioni, quando nascono da progetti come Newsyblog, sono sempre accomunate dalla voglia di fare senza interessi personali. E naturalmente sono le migliori.




L'intervista finisce qui. Voglio ringraziare personalmente Daniele Tarenzi, anche a nome di Newsyblog, per il grande supporto che ci ha sempre dimostrato.

P.S. Se ti piace questo nuovo modo di commentare un post, o il nostro progetto in generale, clicca il link “Facebook” un po’ più sotto, dove vedi scritto “E tu che ne pensi?", e fai un copia e incolla di una parola che hai letto in questo post ;) - se poi anche tu, come Daniele, ti sei innamorato di Newsyblog, stai ancora un po' con noi: registrati e rispondi al sondaggio. Grazie!


* Abbiamo migliorato quest’aspetto. L’intera esperienza di navigazione su Newsyblog dovrà portare a scoprire nuova informazione interessante. Riguardo la richiesta di Daniele, basterà cliccare sui tag dei post per trovare altri post pubblicati sui temi correlati (o cercare un tag cliccando in alto la lente d’ingrandimento).


Interessante !
4

 

Rispondi al Sondaggio

Cosa ne pensi di @Newsyblog?


  1. Ehy… Sembra proprio un bel progetto! Lo seguo e lo consiglio ai miei amici.
  2. Comprendo la mission, ma non credo possa avere successo.
  3. Inizio a seguirvi sperando di trovare post interessanti.
  4. Poveri stolti… Lasciate operare le élite internazionali! Gufacci! Rosiconi! Scanzi!
  5. Da bravi, smettetela di giocare e trovatevi un lavoro serio ;)

E tu che ne pensi?

Lascia un commento e partecipa alla conversazione su:

Approfondisci l'argomento